CHIPPING ART, 2 di 3

CHIPPING ART, 2 di 3

Bravissimo, stupendo… Siamo al secondo articolo sulla Chipping Art e dopo il primo articolo e il video dedicato hai iniziato a capire come giocare l’approccio, ed il colpo base è diventato il tuo compagno di viaggio sui campi da golf. Adesso sei pronto per approfondire con il metodo Bruschi Golf Coaching l’arte del chipping: in questo articolo parliamo del volo di palla basso.
Questo tipo di colpo, anche se spesso non sembra, ha una grossa molteplicità di utilizzi anche da situazioni in cui il primo istinto ci fa pensare ad un lob shot.
Ad esempio è molto funzionale quando giochiamo su campi con dei green rialzati per far battere la palla contro la sponda per vederla poi rotolare poi in asta.

Una buona regola dice: giocare sempre l’approccio più basso che la situazione rende possibile… a te la scelta.

 

Come già accenato la pallina non capisce se ci chiamiamo Alessio, Luigi, Sara ne tanto meno se in mano abbiamo un sand wege, un pitch wedge o ad esempio un ferro 6, lei leggerà solamente come, e con quali angoli, verrà colpita al momento dell’impatto.
Detto questo iniziamo anche qui a posizionare il nostro corpo e la faccia del bastone in maniera da garantire una triattoria bassa, con un rotolo maggiore e più deciso sul green, alla nostra pallina.
Rispetto al colpo base sarà posizionta molto più a destra, anche fuori dal piede destro per i destrorsi, la pressione per un 60/70 % a sinistra e le mani bene avanti con il tappo del bastone in linea con la gamba sinistra.
Una volta aver creato questa posizone il movimento sarà anche qui dato da un’ azione delle spalle con i polsi neutri, nel mio Golf Coaching piace insegnare una salita con il bastone che lavora basso lungo il terreno ed una discesa in accelerazione in cui le mani arrivano bene avanti alla faccia del bastone: in questo modo avremo un impatto pulito, senza troppo contatto con il terreno, ed un volo di palla con poco back-spin ideale per un colpo che rotola vicino verso la buca.
Spesso vedo persone che cercono di effettuare un chip basso partendo da una posizone neutra con l’idea di schiacciare poi la palla con un’azione del bastone verticale… ecco se sei uno di questi golfisti hai ancora tanto spazio per migliorare… non perderti il prossimo articolo dove parliamo del volo alto ma soprattutto…

#scopriilgolf #scopriilgolf #scopriilgolf [ovviamente con Alessio Bruschi ?]

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *